Home > Patrizia banda della magliana

Patrizia banda della magliana

Patrizia banda della magliana

Mi trattava come una principessa e mi diceva di stare attenta perché i poliziotti avrebbero potuto seguire me e arrivare a lui. Sa, le borse di Vuitton, quelle con la cerniera sopra. Paul Marcinkus. Fino ad arrivare al tempo delle logge segrete. E ancora: Si che lui sapesse troppo è appurato. Ma non solo per i soldi, perchè chi ne faceva parte non era mai un disgraziato.

Erano tutte persone che stavano molto bene economicamente, ma Renato non diceva di volerli frequentare per quello, ma perchè erano potenti. E non si riferiva alla potenza economica. Probabilemente Renatino è intervenuto nella trattativa tra i vertici del Vaticano e Cosa Nostra sulla restituzione dei soldi che la mafia aveva affidato al Banco Ambrosiano attraverso Roberto Calvi. Soldi che non erano mai tornati indietoro perchè finiti anche nelle tasche di Solidarnosc per volontà di Papa Giovanni Paolo II.

La giustificazione della Diocesi di Roma che ha definito De Pedis un benefattore dei poveri suonerebbe risibile se non fosse sconcertante. Con il tempo sono stati acclarati anche i rapporti che Renatino ha avuto con Cosa Nostra. Andammo in un cantiere, io restai in auto: Domenico Nicitra, Fonte Vivo. Sabrina Minardi si confessa in un libro: Ho letto Il libro pur non essendo minimamewnte interessata al mondo banda della magliana e ci sono troppe cose che non quadrano.

Strano che ricordi cose o mentre era nel limbo. Stai commentando usando il tuo account WordPress. L'operazione non è andata a buon fine. Ti invitiamo a ripetere la compilazione. Ci dispiace ma, come previsto dalle norme vigenti, non è possibile modificare i tuoi dati personali finché è in corso la limitazione del trattamento dei dati. Inserisci l'indirizzo email con cui ti sei registrato. L'operazione è avvenuta con successo.

E' necessario validare il nuovo indirizzo cliccando sul link presente nella email inviata alla tua casella di posta elettronica Dati inseriti non più validi. Non sei registrato? Crea subito il tuo Sky iD. Recupera la tua email Questa è la email con cui ti sei registrato. Recupera la tua email. Recupera il tuo Sky iD. Ti invitiamo a ripetere la compilazione Ci dispiace ma, come previsto dalle norme vigenti, non è possibile modificare i tuoi dati personali finché è in corso la limitazione del trattamento dei dati. Password Recuperata L'operazione è avvenuta con successo, a breve riceverai un'email con i tuoi dati all'indirizzo da te indicato.

Soldi che non erano mai tornati indietoro perchè finiti anche nelle tasche di Solidarnosc per volontà di Papa Giovanni Paolo II. La giustificazione della Diocesi di Roma che ha definito De Pedis un benefattore dei poveri suonerebbe risibile se non fosse sconcertante. E' lo è. Con il tempo sono stati acclarati anche i rapporti che Renatino ha avuto con Cosa Nostra. La molla sarebbe scattata dopo aver sentito, l'intervento nel programma 'Chi l'ha visto' di Antonio Mancini, uno dei pentiti della Banda della Magliana.

Le parole di Mancini il quale, ascoltando una telefonata anonima giunta in redazione, disse "Riconosco la voce di 'Mario', è di un killer al servizio di De Pedis" avrebbero scosso la donna al punto da incontrare i magistrati della procura di Roma e la polizia per riferire loro quanto fosse a sua conoscenza. Andammo in un cantiere, io restai in auto: In uno di quei sacchi c'era il corpo di Emanuela Orlandi e nell'altro, sostiene la donna, un bambino di 11 anni ucciso per vendetta, Domenico Nicitra, figlio di uno storico esponente della banda.

Ci sono altri 0 commenti. Clicca per leggerli. Sabrina Minardi si confessa in un libro. Di Floriana Rullo. Più votati. Più commentati.

Blog » La storia della vera Patrizia

E' una delle poche persone a conoscere alcuni dei più importanti segreti della storia d'Italia. L'unica disposta a raccontarli. E' Sabrina Minardi. Ecco chi erano, nella realtà, i protagonisti della mala romana. Lei era la donna di uno dei boss della Banda della Magliana. Di quel 'Renatino' De Pedis, che dopo esser stato assassinato il 2 febbraio in un delirio di soldi facili, cocaina e violenza che scandivano l\'Italia delle trame: dalla Banda della Magliana al Banco Ambrosiano, dalla P2. Adesso, l'ex collaboratrice Patrizia Moretti torna in carcere con Oltre a collaborare nell'inchiesta sulla banda della Magliana, è stata per anni. Segreto criminale, la vera storia della Banda della Magliana Newton Compton pp , euro 12, di Andrea Silenzi. Chi è Sabrina Minardi?. Patrizia, vero nome Cinzia Vallesi, è un personaggio letterario, co-protagonista del libro di Giancarlo De Cataldo, Romanzo criminale, ispirato alla figura di Sabrina Minardi, compagna del boss della banda della Magliana Enrico De Pedis, e del libro.

Toplists